Visite mediche di controllo

Costituzione di un “Polo Unico per le visite fiscali” a partire dal 1° settembre 2017 disposizioni del D.Lgs. 75/2017.

L’Inps, con i messaggi numero. 3265 e 3384 dell’agosto 2017, riferisce della costituzione di un “Polo Unico per le visite fiscali” a partire dal 1° settembre 2017, derivante dalle disposizioni del D.Lgs. 75/2017 di riorganizzazione delle Amministrazioni pubbliche (c.d. decreto Madia).
Tutto questo si inquadra nell’ambito di una futura, ma già prevista, armonizzazione della disciplina dei settori pubblico e privato in materia di fasce orarie di reperibilità e della definizione delle modalità di svolgimento delle visite mediche di controllo; per tale armonizzazione, tuttavia, sarà necessaria l’emanazione di un apposito decreto ministeriale.

Si ricorda, infatti, che le fasce di reperibilità, attualmente in vigore, sono le seguenti:

  • lavoratori pubblici: dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 15.00 alle ore 18.00;
  • lavoratori privati: dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e dalle ore 17.00 alle ore 19.00.

    L’Istituto, nell’attesa dell’emanazione del D.M. sopra citato, fa presente che il procedimento e gli adempimenti anche medico legali della procedura risultano simili, tra pubblico e privato, tranne alcune specificità di quest’ultimo.

    L’Istituto infine ribadisce, riferendosi nel caso alle PP.AA., che la valutazione del caso di assenza alla visita di controllo, da parte del lavoratore, sarà di competenza della P.A. laddove ciò richieda valutazioni di tipo amministrativo.
    Al contrario, ove l’assenza comporti giustificazioni di carattere medico (ad esempio assenza per visita al pronto soccorso o per visita specialistica), la valutazione tecnica non potrà competere alla P.A..